cerca

Eni punta 500 milioni in Tunisia

Nel corso dell'incontro, che si inquadra nell'ambito della storica collaborazione che lega Eni e la Tunisia - ha spiegato in una nota il gruppo energetico -, si è discusso del futuro del progetto Transmed, e cioè del sistema di gasdotti che collegano l'Italia ai giacimenti di gas algerini attraverso il Mediterraneo e la Tunisia.
I colloqui hanno riguardato anche lo sviluppo di due giacimenti a olio e gas situati nel Golfo di Hammamet che, una volta in produzione, forniranno un importante contributo energetico per la Tunisia.
Eni è leader nel paese nordafricano nelle attività di esplorazione e produzione di idrocarburi dal 1963. E la sua attuale produzione nel paese è di circa di 17 mila barili di petrolio equivalente al giorno.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello