cerca

Eni fa shopping a Londra. Al via opa su Burren

Con l'acquisizione il gruppo del Cane a Sei Zampe si consolida in una serie di mercati al centro dell'interesse del gruppo energetico. Secondo l'a.d. di Eni, Paolo Scaroni «Burren è infatti presente in Congo, che noi conosciamo molto bene, e in Turkmenistan, un paese molto interessante appena entrato nella scena degli idrocarburi». Il gruppo italiano potrebbe però non fermarsi qui: «la nostra pipeline è vuota in questo momento. Non abbiamo target vicini, ma se dovessimo trovare operazioni che generano valore allo scenario che prefiguriamo, le esamineremo», ha infatti aggiunto Scaroni.
Situazione più delicata in Kashagan, dove è in scadenza il termine per trovare una soluzione alla disputa sui costi crescenti e sui ritardi alla data di avvio della produzione. «Queste scadenze le fissano le parti. Di Kashagan parleremo da domani in avanti», ha dichiarato Scaroni, dopo che nei giorni scorsi da Astana erano arrivati segnali su un possibile allungamento dei termini per la trattativa.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello