cerca

Telecomunicazioni

Guindani (Vodafone): Scorporare Telecom non serve ad aumentare la concorrenza

Così l'amministratore delegato del gruppo Vodafone Italia, Pietro Guindani, che ieri, dal Meeting di Comunione e Liberazione a Rimini, ha spiegato: «Non c'è beneficio a scorporare una rete dove essenzialmente si veicola un solo servizio, la voce. La misura non sarebbe nemmeno sufficiente a creare concorrenza». Quello che conta oggi, secondo l'ad della società telefonica è «il rapporto con il cliente che deve essere libero e concorrenziale. I clienti non devono subire la dominanza di nessun operatore, che si chiami Telecom o no». Per Guindani, «nelle tlc grandi risultati sono stati raggiunti grazie alla riduzione del monopolio nella gestione delle reti e tutti i servizi sono liberalizzati: quelli alle imprese, Internet, la telefonia mobile. Solo la competizione tra le aziende - ha concluso l'ad - genera la spinta ad investire e a rischiare a vantaggio di crescita ed occupazione. Non è un approccio liberista. Il mercato genera sviluppo se le regole sono forti e chiare».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Dall'elicottero ai Fori: il lancio mozzafiato con il Tricolore

Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie
Isola dei Famosi hot, la Marcuzzi si lancia su De Martino e resta nuda