cerca

COSTO DENARO

La Fed taglia i tassi dello 0,25%

La banca centrale Usa ha sottolineato che farà il possibile per contrastare il rallentamento economico che dal 2001 ha provocato la perdita di 3 milioni di posti di lavoro nel settore privato. Secondo la Fed attualmente le pressioni al miglioramento o al peggioramento per l'economia sono equamente bilanciati: l'affermazione ha lasciato spiazzati i mercati azionari che si aspettavano una posizione più ottimistica sulla salute della locomotiva a stelle e strisce.
Scontento anche il mercato dei bond che da giorni stava scontando un taglio di 50 punti base.
Conscia di ciò la Fed proprio per mantenere bassi i tassi d'interesse a lunga (e continuare ad alimentare il mercato dei mutui e dei corporate bond) ha dichiarato di vedere il rischio deflazione maggiore di quello inflattivo. Un tentativo questo che nell'immediato non è riuscito nell'intento sperato visto che, i trader obbligazionari hanno accolto la notizia con un massiccio sell off. L'unico a guadagnarci è stato il dollaro che può giovare di un minor differenziale dei tassi d'inmteresse nei confronti dell'area euro in vista di un propssimo taglio dei tassi da parte della Bce.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni