cerca

L'Anas si fa in tre per crescere Entro il 2005 ricavi a 225 milioni

Per realizzare il piano industriale 2003-2005, l'Anas riorganizzerà la sua struttura interna con la creazione di 3 divisioni: service e patrimonio, engeneering e internazionale. «Saranno i risultati di gestione e il confronto con il mercato a dirci se sarà necessario creare tre società» spiega il presidente dell'Anas, Vincenzo Pozzi.
«I ricavi dell'Ente- ha rivelato il presidente dell'Anas - attualmente sono di 33 milioni di euro. Ci prefiggiamo di arrivare entro il 2005 a 225 milioni di euro, raggiungendo una quota del 50% di entrate proprie».
«La prima divisione -ha spiegato Pozzi- si occuperà del core business per aumentare il profit dell'azienda e rendere più efficiente l'ottimizzazione dei costi e dei profitti, la seconda sarà il supporto tecnico necessario e decisivo alla prima gamba, mentre quella internazionale ci permetterà di esportare in Paesi del Mediterraneo e dell'Est europeo l'esperienza di Anas».
Infine sono previsti investimenti per 2,4 miliardi di euro per completare la E78 Grosseto-Fano. Pozzi ha anche ricordato che per quanto riguarda il corridoio tirrenico «l'Anas, insieme al Governo e alle Regioni Toscana e Lazio, sta studiando una soluzione tra le ipotesi progettuali del tracciato interno e di quello costiero». C'è, ha sottolineato, «l'impegno di tutti perchè venga realizzata entro il 2008».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello