cerca

Condono, già in cassa 8,5 miliardi di euro

Mancano ancora i versamenti per le rate successive e quelli del concordato

Lo ha reso noto il ministero dell' Economia che ha spiegato come siano già stati incassati al primo appuntamento del 16 maggio 7.998 milioni per i condoni e 531 milioni per la sanatoria dei ruoli. Il Governo, nel varare i condoni, aveva previsto un incasso complessivo di 8 miliardi.
«Dai provvedimenti di sanatoria fiscale contenuti nella Finanziaria per il 2003 aventi scadenza il 16 maggio 2003 - afferma il ministero dell' Economia nel comunicato - sono stati finora incassati 8 miliardi di euro (per la precisione 7,998 miliardi)». A questa cifra - prosegue la nota - vanno aggiunti 531 milioni di euro fin qui pervenuti dal sistema dei concessionari della riscossione per la sanatoria relativa ai ruoli: «il totale ammonta quindi a oltre 8,5 miliardi di euro».
Ma il ministero dell' Economia conta di incassare di più. Spiega infatti nel comunicato che la cifra di 8,5 miliardi finora incassati «rappresenta solo in parte il gettito complessivo derivante dall' insieme dei provvedimenti citati.
Infatti il conteggio relativo ad alcune significative voci di ulteriore entrata non è ancora stato completato e per molti provvedimenti erano state offerte ed utilizzate intense possibilità di rateizzazione, tanto nel 2003 quanto nel 2004». Oltre alle rate, infatti, mancano i versamenti relativi al concordato, che scade il 20 giugno, e quelli dei soci delle società di persone che decidono di aderire ai condoni.
«Conseguentemente - conclude il comunicato del Tesoro - una stima complessiva degli effetti dei provvedimenti sarà tecnicamente possibile solo prima dell' estate». L'ufficio studi e politiche economiche fiscali del ministero dell' Economia ha calcolato che gli incassi dell' Irap e delle addizionali Irpef hanno segnato nei primi quattro mesi dell' anno un incremento del 30,5%. Nel solo mese di aprile gli incassi dovuti a questi tre tributi locali ha segnato un incremento del 61,5%.
A segnare l' incremento maggiore nei versamenti è stata l' addizionale comunale che, nonostante la previsione di «congelamento» della passata finanziaria, tra gennaio ed aprile ha segnato un incremento del 49,1% rispetto allo stesso periodo del 2002, con un gettito di 340 milioni di euro, 112 in più dei 228 milioni del gennaio-aprile 2002.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni