cerca

Rc auto, accordo frena-rincari

Nessun blocco ma contenimento delle tariffe. Sconti per neopatentati e motorini

È questo l'impegno trilaterale assunto ieri da compagnie e parte delle associazioni dei consumatori sotto la regia del ministro delle Attività produttive Antonio Marzano.
Per i prossimi dodici mesi «le parti convengono su una politica di raffreddamento delle tariffe rc auto con l'obiettivo di contenimento dell'inflazione». Nessun blocco e nessuna moratoria, perchè la legge lo vieta, ma l'impegno delle imprese a tenere il più possibile basse le tariffe che solo nel 2002 sono cresciute dell'11,6%. L'accordo, sottoscritto senza la firma delle organizzazioni dell' Intesa dei Consumatori, prevede tra l'altro sconti per neopatentati e motorini, per le famiglie, condizioni di favore per i pluriproprietari, velocizzazione dei risarcimenti, l'estensione della procedura Cid ai danni alla persona e il risarcimento per il terzo trasportato da parte della compagnia assicurativa del guidatore.
Le compagnie si impegnano a moderare le tariffe, ma senza automatismi, precisa il presidente dell'Ania Fabio Cerchiai: «Nel caso di assicurati che non hanno avuto incidenti non è vero che non ci saranno automaticamente aumenti». Le agevolazioni decise con l'Ania permetteranno inoltre secondo le organizzazioni un beneficio medio per gli automobilisti tra gli 80 e i 350 euro.
«È una vergogna, dopo la legge truffa l' accordo truffa», è stato invece il lapidario commento dell'Intesa dei consumatori prima di abbandonare il tavolo del ministero: «Ci hanno presentato una minestra riscaldata, una bozza di accordo che era già stata preparata e il ministro ci ha preso in giro», ha detto Elio Lannutti annunciando che le 4 associazioni che non hanno aderito alla piattaforma (Adusbef, Adoc, Codacons e Federconsumatori) organizzerà oggi la prima riunione del Comitato referendario per abrogare la legge definita salva compagnie. Ecco in sintesi i punti dell'accordo:
Agevolazioni tariffarie per i giovani: sconti o riduzioni per gli assicurati che non provochino sinistri e per i giovani nuovi assicurati.
Agevolazioni per ciclomotori: sconti e riduzioni tariffarie per gli assicurati che non provochino sinistri.
Condizioni di favore per i multiproprietari: l'Ania sensibilizzerà le imprese per l'adozione di sistemi tariffari che valorizzino i precedenti favorevoli di guida di un assicurato, per altri nuovi veicoli di sua proprietà, prevedendo ingresso bonus-malus a condizioni più vantaggiose delle clausole ordinarie adottate dal mercato.
Indennizzo per terzo trasportato da compagnia guidatore: il protocollo prevede il risarcimento diretto dei trasportati da parte della impresa assicuratrice del pilota.
Danno biologico: entro 6 mesi il governo si impegna ad adottare i provvedimenti per completare il quadro normativo di riferimento.
Estensione procedura cid ai danni alla persona: l'Ania conferma l'impegno ad estendere la procedura della contestazione amichevole di incidente ai danni alla persone di lieve entità non appena saranno disponibili i parametri per la valutazione medico legale previsti dalla legge.
Furto, rottamazione, vendita veicolo: è prevista la conservazione della classe di merito del veicolo rubato o rottamato e la portabilità dell'attestato di rischio per consentire di assicurare il nuovo veicolo anche con altri assicuratori. È inoltre prevista la possibilità di restituzione del premio per il periodo di rischio non corso nei casi di furto, rottamazione e vendita del veicolo.
Procedure di conciliazione: compagnie e consumatori concordano di estendere entro il 2003 la procedura di conciliazione per i sinistri rc auto già in atto in via sperimentale all'intero territorio nazionale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500