cerca

PININFARINA: VERRÀ ULTIMATA ENTRO IL 2015

L'opera rimane la «priorità» delle priorità» delle grandi infrastrutture europee e a frenarla non sarà il mutato clima politico tra Italia e Francia. Anzi, potrebbe essere questa una buona occasione per ricucire i rapporti tra i due Paesi. E gli stessi problemi di carattere economico-finanziario messi sul tappeto dal documento tecnico predisposto dal ministero dei Trasporti francese, possono essere agevolmente risolti. A pochi giorni dall'avvio del dibattito parlamentare in Francia sulla realizzazione della nuova linea ferroviaria, non ha dubbi Sergio Pininfarina, presidente della commissione intergovernativa italo-francese, che da molti anni si batte e sostiene le ragioni di questa opera. «E' fuori dalla realtà che non si faccia, si tratta di vedere come e quando, ma che non si faccia è fuori discussione», dice a chiare lettere in un incontro svoltosi ieri nel Palazzo dell'Informazione, in piazza Mastai a Roma. E Pininfarina coglie anche l'occasione per confermare la tabella di marcia dell'opera: la Torino-Lione, il cui costo si attesta a 13,5 miliardi di euro, verrà ultimata nei tempi previsti, cioè nel 2012, «al piu' tardi nel 2015».Secondo Pininfarina, siamo di fronte a una fase «cruciale e decisiva». «Ora, a meta' maggio, comincia il dibattito parlamentare in Francia che avra' una funzione consultiva. Se le cose vanno come credo, il Governo prenderà una decisione tra settembre e dicembre e ci ritroveremo a gennaio con la conferenza intergovernativa».
Un periodo decisivo che coincide, sottolinea Pininfarina, con il semestre italiano della Ue. «E' un fatto molto importante e spero possa imprimere un'accelerazione», dice Pininfarina. Nondimeno, «il Governo, del cui sostegno non posso che essere soddisfatto, dovrà intensificare il proprio «pressing» diplomatico con la Francia». Ma l'Italia ha anche un «forte alleato» e cioè l'Europa, che riconferma la Torino-Lione come «la priorità delle priorità».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500