cerca

Modello 730, prorogato al 15 giugno il termine per la consegna al Caf

Costituisce il sistema «semplificato» per dichiarare i redditi dei lavoratori dipendenti, pensionati e collaboratori coordinati e continuativi.
Permette a tali soggetti, infatti, di ottenere, immediatamente, gli eventuali rimborsi d'imposta spettanti e di pagare le imposte dovute mediante trattenute, anche rateali, sullo stipendio erogato a partire dal mese di luglio o sulla rata di pensione corrisposta a partire dal mese di agosto o di settembre.
I contribuenti interessati, pertanto, non dovranno fare più file per pagare né per presentare la dichiarazione visto che a ciò ci pensa direttamente chi presta l'assistenza fiscale che può essere il CAF o lo stesso datore di lavoro se ha scelto di prestare assistenza fiscale direttamente.
ECCO LE SCADENZE DA RICORDARE
Ricordiamo a tutti i contribuenti che presentano il 730 le scadenze imminenti e gli adempimenti più importanti:
- entro il 30 aprile deve presentare, al proprio sostituto d'imposta o entro il 15 giugno ad un Caf autorizzato, il mod. 730 e la busta contenente il mod. 730-1 relativa alla scelta dell'8 per mille;
- entro il 15 giugno deve ricevere dal sostituto d'imposta o entro il 30 giugno dal Caf la copia del mod. 730 ed il prospetto di liquidazione mod. 730-3, che deve essere restituito firmato per accettazione.
Rimane ferma la possibilità di dichiarare i redditi 2002 utilizzando il modello Unico 2003 PF anche da parte dei contribuenti che possono presentare il modello 730.
In questo caso il termine per la presentazione della dichiarazione Unico 2003 PF è il 31 luglio, se effettuato in banca o posta ovvero il 31 ottobre 2003 se effettuato tramite un intermediario abilitato alla trasmissione telematica.
ENTRO IL 30 APRILE VA PRESENTATO AL DATORE DI LAVORO
Il mod. 730 può essere presentato al sostituto d'imposta (datore di lavoro o ente che eroga la pensione) oppure al Caf. Chi si rivolge al sostituto d'imposta non deve esibire alcuna documentazione tributaria e deve consegnare il mod. 730 già compilato e completo della busta contenente il mod. 730/1 per la scelta della destinazione dell'8 per mille dell'Irpef.
Il sostituto d'imposta rilascia al contribuente una ricevuta del mod. 730 e della busta contenente la scelta dell'8 per mille (mod. 730-1).
Prima del rilascio della ricevuta, che costituisce prova dell'avvenuta presentazione della dichiarazione, il sostituto deve verificare che la dichiarazione sia sottoscritta dal contribuente e che riporti i dati relativi al sostituto stesso.
Il sostituto controlla la regolarità formale della dichiarazione presentata anche in relazione alle disposizioni che stabiliscono limiti alla deducibilità degli oneri, alle detrazioni e ai crediti d'imposta.
Entro il 15 giugno il sostituto consegna al contribuente copia della dichiarazione elaborata e il relativo prospetto di liquidazione mod. 730-3.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

Opinioni