cerca

Global Specialist, il progetto grazie al quale 1 più 1 fa tre

In un mercato finanziario in profonda evoluzione, nel quale sempre di più stava diventando strategico fidelizzare i clienti con una offerta il più possibile qualificata e completa, questo approccio rappresentava la classica quadratura del cerchio. Portando il promotore all'interno di una agenzia assicurativa tradizionale si poteva garantire nel contempo un miglioramento delle prospettive professionali per l'agente e per il consulente; senza trascurare i vantaggi diretti e indiretti per il cliente.
Grazie alla collaborazione tra le due figure, infatti, il cliente poteva finalmente definire un piano di copertura completo per tutte le sue esigenze sia in termini di assicurazione che di investimento, avendo un unico punto di riferimento. In particolare, grazie alla competenza di Banca Mediolanum nel comparto della previdenza, a sua disposizione poteva anche avere i migliori prodotti e le migliori risorse umane per quanto concerne il ramo vita.
L'agente, dal canto suo, vedeva crescere la gamma dei servizi e dei prodotti offerti dalla sua agenzia e poteva anche entrare in contatto con la clientela già acquisita dai promotori finanziari che, magari, aveva proprio un'esigenza sul fronte assicurativo. Grazie al contatto personale instaurato con il suo Consulente Globale, il cliente vedeva automaticamente nell'agente un interlocutore di fiducia. Tutto ciò, naturalmente, facilitava l'instaurarsi di un nuovo rapporto. Il discorso valeva anche a ruoli invertiti, quando era l'agente a "presentare" un suo cliente con una particolare esigenza di consulenza finanziaria al promotore che aveva aderito alla formula Global Specialist. Un'idea potenzialmente vincente che poteva essere riassunta in una semplice equazione: 1+1=3. Unendo le componenti di una banca e di una assicurazione si poteva ottenere un risultato superiore a quello delle due competenze prese singolarmente. Oggi, a quattro anni di distanza, si può affermare che quell'idea è vincente anche in concreto.
L'originario gruppo di lavoro, di una trentina di persone, è cresciuto rapidamente: oggi siamo ormai oltre la soglia dei 300. Il progetto stesso ha avuto una interessante evoluzione. All'inizio ci si era infatti limitati a portare i promotori di Banca Mediolanum all'interno delle agenzie di Mediolanum Assicurazione. Visti i risultati si è pensato di estendere l'esperienza e lo scorso anno si è iniziato a coinvolgere anche agenti plurimandatari. I risultati sono stati subito più che incoraggianti; in pochi mesi sono stati attivati 40 nuovi rapporti.
I primi riscontri e commenti sull'iniziativa, d'altra parte, sono unanimi: Global Specialist è stato giudicato dagli agenti "un progetto strategico, solido chiaro e ben preciso" Le agenzie tradizionali coinvolte hanno rilevato "una crescita molto significativa del fatturato e un aumento rilevante della clientela". Ora ci sono tutti i presupposti per una nuova stagione di crescita e per un salto di qualità - sotto vari aspetti - per quegli agenti assicurativi plurimandatari che non considerano la loro attuale posizione un traguardo, ma soltanto un punto di partenza verso mete più ambiziose.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500