cerca

Metalmeccanici trattativa in salita Sindacati spaccati


Giovedì 24 le parti torneranno a vedersi per un nuovo incontro, l'ultimo prima della scadenza della moratoria sugli scioperi, il 27. Incontro al quale i sindacati si presentano su posizioni ancora più distanti dopo l'apertura sui salari giovedì scorso da parte di Federmeccanica, ritenuta un passo avanti da Fim e Uil, e del tutto censurata dalla Fiom, che sembra perciò escludere qualsiasi stretta conclusiva.
Nell'ultima riunione Federmeccanica si era detta disponibile a discutere di aumenti salariali che superino i 68 euro (il 4,3%, pari alla somma tra l'inflazione programmata per il prossimo biennio e lo scarto tra quella programmata e reale degli ultimi 18 mesi), venendo così incontro alle richieste di Fim e Uilm, pari a 92 euro (calcolati sulla base dell'inflazione prevedibile). Un'apertura, come ha precisato il presidente di Federmeccanica, Alberto Bombassei, «nel rispetto delle regole e dei criteri dell'accordo interconfederale».
Ma proprio questa precisazione (giudicata da Fim e Uilm una dimostrazione della «volontà politica» di fare il contratto), ha aumentato le distanze con la Fiom (che peraltro ha chiesto un aumento di 135 euro): perchè si potrebbe tradurre con l'anticipo del divario, già realizzato, tra inflazione programmata e reale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Jennifer Lopez bella e sensuale ai Billboard Latin Music Awards

Incidente in fabbrica, migliaia di litri di succo di frutta nelle strade
Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce