cerca

Industria, fatturato cala

Gli ordinativi hanno registrato un calo del 3,7% tendenziale e dell'1,6% congiunturale.
Il secondo mese dell'anno è stato invece fortemente negativo per la vendita e gli ordinativi dei mezzi di trasporto.
L'Istat ha registrato un calo del 19,1% del fatturato dei mezzi di trasporto rispetto a febbraio 2002 e una diminuzione del 16,8% per i primi due mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Sugli ordinativi il calo è stato pari al 24,5% tra febbraio 2003 e febbraio 2002 e del 18,2% nei primi due mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo del 2002.
E' andato male soprattutto il fatturato dei beni strumentali (-8,3% su base tendenziale, -6,8% il congiunturale) e i beni di consumo (-1,5% il tendenziale, -1,3% il congiunturale).
L'Istat ricorda che l'aumento dell'energia dovuta alla crescita del fatturato delle industrie estrattive e delle raffinerie di petrolio deve tenere conto anche della componente prezzo cresciuta nel periodo del 13%. A livello tendenziale è cresciuto soprattutto il fatturato dell'estrazione dei minerali (+60,6%) e delle raffinerie di petrolio (+21,9%) ma anche quello della produzione di metallo (+6,5%). Insieme al fatturato dei mezzi di trasporto (-19,1%) frenano anche pelli e calzature (-10,4%) e la produzione di apparecchi elettrici (-6,8%).
Gli ordinativi segnano un aumento soprattutto dell'industria tessile (+3,4%) e dei prodotti in metallo (+4%).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni