cerca

Sciopero di treni e aerei, due giorni di passione

Lunedì tocca ai voli. Protestano piloti, assistenti di volo, personale aeroportuale e dell'Enav

Domani e dopo tocca ai treni, lunedì sarà la volta degli aerei e qui, si rischia il blocco totale. È nutrito infatti il programma degli scioperi pre-Pasquali, prima dello scatto della franchigia che per il trasporto aereo quest'anno copre i passeggeri dal rischio-proteste per un periodo un po' più lungo.
Domani alle 21 scatta lo sciopero del sindacato autonomo dei ferrovieri Ucs. L'astensione dal lavoro, a livello nazionale, durerà 24 ore, fino alle 21 di domenica e sarà senza servizi minimi. Trenitalia informa che sarà consultabile sul sito Internet (www.trenitalia.it) il programma dei treni a media e lunga percorrenza previsti in occasione dello sciopero. Sarà quindi opportuno, suggerisce la società del gruppo Fs, verificare la partenza dei treni in programma prima dell'inizio della protesta, per evitare cattive sorprese. Le informazioni si possono ottenere anche telefonando al numero unico 892021, da ogni telefono fisso senza comporre alcun prefisso.
Ma è lunedì 14 che si rischia la vera paralisi dei cieli: sono infatti quattro le astensioni dal lavoro proclamate dai sindacati del trasporto aereo concentrate tutte nella giornata. Piloti e assistenti di volo delle compagnie aeree si fermeranno per otto ore (dalle 10 alle 18). Al centro della protesta, indetta da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Anpav, Atv, Ugl, Anpac e Up, la normativa dell'Enac sui limiti d'impiego.
Sempre lunedì incroceranno le braccia per quattro ore (dalle 12,30 alle 16,30) anche i dipendenti delle società di gestioni aeroportuali, handling e catering, per uno sciopero nazionale proclamato dalle organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt e Ugl, per l'attuazione del provvedimento sulla liberalizzazione del settore; i sindacati chiedono il rispetto della clausola sociale e regole a tutela dei lavoratori. Negli scali milanesi gli effetti dello sciopero, indetto dalle stesse sigle e per le stesse motivazioni, saranno ancora più pesanti, il personale della Sea di Linate e Malpensa si fermerà infatti per ben otto ore (dalle 10 alle 18). La stessa Sea ha reso noto che a causa della serie di scioperi, i voli programmati potranno subire ritardi e cancellazioni.
E ancora nella stessa giornata, si fermeranno per 8 ore, dalle 10 alle 18, i controllori di volo e i dipendenti dell'Enav aderenti alla sigla sindacale Cisal-Av. La stessa società di assistenza al volo ha fatto sapere che saranno garantite le prestazioni indispensabili sulla base della normativa sugli scioperi nei servizi pubblici essenziali. All'aeroporto di Fiumicino lunedì 14 saranno «prese tutte le iniziative per ridurre gli eventuali disagi ai viaggiatori» assicurano la società Aeroporti di Roma Spa. Niente paura però per le vacanze di Pasqua, al riparo dagli scioperi attraverso l'ombrello della franchigia. Per i trasporti, in particolare il settore aereo, la tregua sindacale scatterà dal 17 aprile al 2 maggio.
Intanto, il presidente e amministratore delegato Giancarlo Cimoli nel corso dell'audizione presso la commissione Lavori pubblici del Senato ha annunciato che nei prossimi 5-6 anni le Fs ridurranno il proprio personale di oltre 10 mila unità.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500