cerca

Merloni, fatturato in crescita del 40%

Lo ha detto l'amministratore delegato, Andrea Guerra durante la presentazione del nuovo marchio e dei nuovi prodotti. Quelli del primo trimestre del 2003, secondo Guerra, sono «buoni risultati, perchè ottenuti in un momento non facile di congiuntura. La domanda probabilmente non è calata ma è molto nervosa. Non c'è grande ottimismo, ma l'ottimo lavoro fatto in questi ultimi mesi - ha aggiunto l'amministratore delegato di Merloni - dovrebbe riuscire a proteggerci».
Guerra ha spiegato che comunque l'obiettivo di un fatturato 2003 a 3 miliardi di euro è «assolutamente raggiungibile». Il primo trimestre ha avuto un ritmo di crescita anomalo. Per i restanti trimestri, quindi, Merloni si attende un incremento «sostenuto ma più basso».
Il presidente del gruppo di Fabriano, Vittorio Merloni, ha spiegato che con la paura del terrorismo e della guerra il 2003 sarà un anno prevedibilmente difficile, ma ha aggiunto facendo eco a Guerra: «abbiamo molto da raccogliere nei prossimi mesi perchè abbiamo seminato molto. Gli investimenti profusi negli ultimi due anni sono stati enormi ora inizia una fase ancora più impegnativa».
Merloni, a proposito delle strategie di sviluppo dimensionale dell'azienda ha sottolineato che per nuove acquisizioni non dipende tanto dalle mire del gruppo di Fabriano, quanto dalla situazione oggettiva. «Siamo pronti a cogliere tutte le opportunità che potrebbero presentarsi sul mercato, che ora però presenta un'offerta molto scarsa. Forse nel giro di uno o due anni ci saranno nuove società in vendita. E allora saremo pronti. Altrimenti, andremo avanti per crescita organica.
Dipende tutto dall'offerta».
Merloni ha realizzato un massiccio programma di investimenti netti sulla linea Ariston: 50 milioni di euro per nuovi prodotti e 100 milioni in due anni per la pubblicità e il lancio della gamma.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500