cerca

Fumare costa di più Le sigarette rincarano di 20 centesimi

L'aumento riguarderà, tra le altre marche, le Ms che salgono così a 2,5 euro a pacchetto.
Il rincaro, che è stato chiesto dalle diverse case produttrici, tocca anche le Camel, le Dunhill, le Gauloises, le Gitanes, le Kent, le Milde Sorte, le Rothmans e le Yves Saint Laurent. Non vengono risparmiate nemmeno le sigarette a basso costo come le Sax e le Pall Mall che salgono da 2 a 2,20 euro a pacchetto. Si salva chi fuma le Philip Morris che erano aumentate di 20 cent lo scorso 17 maggio.
I rincari, attuati dai Monopoli su richiesta delle diverse società produttrici, sono indirettamente legati alla scadenza di fine aprile prevista dalla Finanziaria per la cosiddetta «tassa sul fumo». La legge stabilisce infatti che, per finanziare la ricerca, si sarebbero utilizzate maggiori imposte per 435 milioni di euro provenienti dalle accise sui tabacchi. Le sigarette hanno un complesso meccanismo di tassazione (che prevede l'applicazione dell'Iva e anche delle accise che sono però divise tra una parte fissa ed una mobile) e l'aumento dei tributi da parte dei Monopoli si sarebbe scaricato in maniera maggiore sui prezzi al consumo, alterando l'equilibrio interno tra i costi industriali, le tasse e l'aggio riconosciuto ai rivenditori.
I rincari potrebbero non finire qui. Recentemente il direttore dei Monopoli, Giorgio Tino, ha spiegato che si valuterà entro fine aprile se gli aumenti produrranno lo stesso gettito stabilito in Finanziaria. In caso contrario l' amministrazione «si riserva di intervenire» con un rialzo delle accise e conseguenti ulteriori aumenti sui pacchetti.
La prima società ad aprire la strada all' aumento è stata la Philip Morris che ha portato le Marlboro da 3,10 a 3,30 euro, e le altre (Merit, Multifilter, e Philip Morris) da 3,00 a 3,20 euro. Da oggi invece tocca alle sigarette italiane dell'Eti e ad alcune marche degli altri produttori internazionali.
Le Ms (nelle versioni 821, Special, Superlights, Blu, Classic box, Classic soft, Italia, Extralight, Light, Mild e Red Box) aumentano da 2,30 a 2,50 euro. I pacchetti da 10 sigarette passeranno a 1,25 euro. Costeranno poi 2,6 euro le Ms De luxe, le International, le Personal e 2,4 euro le Ms Brera, Club Slim, Mild extra Slim. Salgono a 2,3 euro, invece, le Club e a 2,5 euro le Elite.
Per le altre marche le Camel e le Reynolds saliranno a 2,8 euro; le Gauloises e le Winston a 2,70; le Yves Saint Laurent a 3,20 euro; le Gitanes, le Kim, le Rothmans, le Milde Sorte, le Capri, le Cortina, e le Hb a 3,30 euro; le Dunhill a 3,40, le Cartier a 3,50 euro. L'aumento scatta anche per le sigarette che si posizionano nella fascia più bassa dei prezzi: le le Nazionali e le Esportazioni da domani costano 2,00 Euro, le Lido e le Linda 2,10 euro; le Pall Mall 2,20 euro (2,30 nella versione ligh e ultra light), così come le Sax nelle versioni Light, Special e Ultra.
I rincari coinvolgeranno anche alcuni sigari - dai Che ai Don Guillermo, dagli Agio Wilde Havanas ai Griffin - e una ventina di sigaretti (Agio, Cafè, Che, Don Guillermo, Panter, Villiger).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500