cerca

Endesa punta su metano e carbone

E questa in Italia non è efficente». L'amministratore delegato di Endesa Italia, Jesus Olmos, la società che nel settembre 2001 ha acquisito Elettrogen, una delle genco dell'Enel, punta l'indice sulle cause dell'aumento dei prezzi dell'energia e indica il carbone come «un'alternativa valida». Olmos poi sottolinea che ad aprile le tariffe rifletteranno l'andamento del prezzo dei combustibili negli ultimi sei mesi. Il che vuol dire che è inevitabile un aumento della bolletta.
Ieri il gruppo ha presentato i dati di bilancio. Il 2002 si chiude con ricavi in calo del 7,5% a 1.118 milioni di euro e un risultato netto in progresso del 47% a 62 milioni di euro. Gli investimenti sono aumentati del 192% a 248 milioni di euro: «Un risultato - ha sottolineato Olmos - raggiunto senza incrementare l'indebitamento dell'azienda». Il debito netto, infatti, è cresciuto appena dell'1,4%, a 1.349 milioni di euro. La produzione, infine, ha registrato un progresso dell'8%.
Olmos ha ribadito l'intenzione di trasformare a carbone la centrale di Monfalcone (Friuli). In generale, il mix di produzione dovrebbe veder crescere, da qui al 2007 il gas e il carbone-orimulsion, a danno di petrolio e idroelettrico.
L.D.P.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello