cerca

Rc auto, 3 mesi per le riparazioni Le compagnie dovranno stilare preventivi gratuiti. Polizze ridotte dello 0,50%

A dettarle, con una circolare, è l'Istituto di vigilanza che introduce per tutti gli assicurati il diritto a richiedere un preventivo gratuito per la stipula della polizza Rc auto, correlato ai parametri di rischio prescelti, presso tutti i punti vendita delle imprese. Questa possibilità si aggiunge a quanto previsto dalla legge di riforma della Rc auto riguardo l'obbligo per le imprese di consentire all'utente l'elaborazione di un preventivo in forma autonoma attraverso collegamento internet.
Inoltre, l'Istituto trasferisce agli assicurati il benefico che deriva dalla riduzione del contributo che le compagnie versano al Fondo per le vittime della strada. Questo vuol dire che poiché tale contributo è stato ridotto dello 0,50%, le compagnie dovranno applicare tale sconto alle polizze dei loro assicurati. La riduzione della tariffa vale per tutti i contratti stipulati (o rinnovati) dal 1° gennaio 2003.
L'Isvap ha anche disposto che la nota informativa, integrata con notizie di particolare rilevanza per il consumatore, sia conoscibile al momento della richiesta del preventivo, con l'evidenziazione grafica delle clausole che limitano la portata della garanzia, oltre che affissa presso ciascun punto vendita. Ciò perché la valutazione del prodotto offerto deve essere correlata alle specifiche condizioni di contratto.
Inoltre, è prevista la possibilità per l'impresa di concedere sconti rispetto alla tariffa in vigore da evidenziarsi in polizza in relazione ad eventuali ulteriori elementi di personalizzazione; è fatto obbligo di consegna agli assicurati di un prospetto tipo, pubblicato in allegato alla circolare, da utilizzarsi per la richiesta di risarcimento in caso di sinistro, per agevolare la condotta del danneggiato e accelerare la corretta liquidazione del danno. E' infine possibile per l'assicurato mantenere la classe di merito maturata su veicolo oggetto di furto anche in caso di trasferimento a altro assicuratore della copertura assicurativa per il nuovo veicolo.
La banca dati antitruffa Rc auto dell'Isvap, attiva dal prossimo 15/4, ha inoltre quasi completato la raccolta delle informazioni e ora conta 10 milioni di sinistri. Lo ha annunciato il presidente dell'Istituto, Giancarlo Giannini, a margine di un convegno sulle assicurazioni in agricoltura. L'Isvap contribuisce alla trasparenza del mercato, ha aggiunto, anche con la circolare Rc auto appena emanata.
Quanto alla circolare emanata ieri sulle nuove regole che le imprese devono seguire nella offerta delle polizze Rc auto, spiega il presidente dell'Istituto di vigilanza, discende inoltre dalla recente riforma del settore e da "disposizione in materia di migliore trasparenza per gli utenti". L'attenzione dell'Isvap per la chiarezza dei rapporti tra compagnie e utenti si esplicherà anche attraverso gli archivi elettronici della banca dati che, dopo aver iniziato la raccolta delle informazioni sui sinistri liquidati attraverso il sistema Rc Auto nel gennaio 2001, conserva ora dieci milioni di singole pratiche corrispondenti a miliardi di informazioni.
Quanto ad un prossimo appuntamento per il vertice tra Isvap, Ania e Consumatori sulla questione caro-tariffe e rimborsi, convocato dal ministro Antonio Marzano per il 20 marzo scorso e poi rinviato, Giannini conclude «aspettiamo una chiamata».
Che dovrebbe arrivare a giorni, come è stato confermato dal mionsitro alle attività produttive.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello