cerca

Aeroporti Roma, nominati i nuovi vertici

Il 2002 si chiude con un utile netto 8,4 milioni. Il dividendo sarà di 0,06 euro

L'assemblea degli azionisti a seguito della cessione al Consorzio guidato da Macquarie Airports Group, del 44,7% del capitale sociale di Adr e delle dimissioni della maggioranza degli Amministratori in carica, ha nominato il nuovo cda, composto da 13 membri. Ne fanno parte Marcus Charles Balmforth, Martyn Booth, Andrea Ciffo, Achille Colombo, Vittorio De Stasio, Federico Falck, Christopher Timothy Frost, Cesare Pambianchi, John Stuart Hugh Roberts, Pier Giorgio Romiti, Paolo Savona, Francesco Sensi, Alessandro Triscornia. Nuovo presidente è stato nominato Achille Colombo, che succede a Paolo Savona.
Il consiglio di amministrazione, riunitosi al termine dell' Assemblea, presieduto da Colombo, ha nominato Vice Presidente Paolo Savona e amministratore delegato Pier Giorgio Romiti.
Ieri è stato approvato il bilancio 2002 con la proposta della distribuzione di un dividendo di 0,06 euro per ognuna delle 62.224.743 azioni del valore nominale di 1 euro cadauna, per un importo complessivo di 3.733.484,58 euro.
I ricavi complessivi del gruppo ammontano a 510,2 milioni di euro; il margine operativo lordo è pari a 205,6 milioni di euro; il risultato operativo è di 113,1 milioni di euro; l' utile netto è 8,4 milioni di euro e compete per 5,2 milioni di euro alla capogruppo e per 3,2 ai terzi. Il capitale complessivamente investito è di 2,3 miliardi di euro, di cui il 33% coperto con capitale proprio. Il dividendo 2001 è stato pari a 0,31 euro per azione. Rispetto all'anno precedente, i ricavi hanno risentito - si legge - di una contrazione dovuta alla riduzione della quota di mercato, pur in presenza di volumi di traffico che, grazie alla ripresa manifestatasi nel sistema aeroportuale romano nell' ultima parte del 2002, sono risultati complessivamente allineati a quelli del 2001: 26,3 milioni di passeggeri e 312 mila movimenti.
Tale recente andamento positivo si è protratto anche ai primi due mesi del 2003.
I ricavi derivano per il 60% dalle attività aeronautiche, che nel 2001 avevano contribuito per il 61,7%. Nonostante la crisi del settore, Adr ha incrementato gli investimenti e ha realizzato opere infrastrutturali e impiantistiche per 53,5 milioni di euro (+ 11,5 milioni di euro rispetto al 2001).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello