cerca

sconcerto in studio

Resta nudo a "Balalaika", la performance a luci rosse fa vergognare Savino

Resta nudo a "Balalaika", bufera sulla performance a luci rosse

A "Balalaika, dalla Russia con il pallone" va in scena un pezzo di storia della televisione che Barbara d’Urso, Giucas Casella e Nadia Rinaldi scansateve proprio. Fra un’inquadratura di gambe e l’altra, Ilary Blasi lancia un gioco: “E’ una mia idea, volevo chiamarla Ilary contro tutti, ma era troppo egoriferito e così ho deciso per Italia contro il Resto del mondo”. Storditi dai colori, dagli stacchetti musicali, dalla bagarre, dal nulla assurto a contenuto, si assiste all’inimmaginabile ovvero “Mai dire Banzai” unito in matrimonio a “Scommettiamo che?”. Andrea, pizzaiolo acrobatico, sfida Uekusa, un funambolo giapponese che ricorda un po’ Kim Jong Un e un po’ Psy di Gangnam Style. La sua arte è sfilare il fazzoletto posizionato sotto una tazza. Si inizia: il pizzaiolo fa volteggiare il disco di pasta, l’altro scava la fossa al trash Mediaset. Per prima cosa resta in mutande che il buzzetto è sempre un gran bel vedere, poi si infila una calza da donna sul viso (smorfia schifata di Belen), mette il pezzo di stoffa, la tazza e voilà: con un colpo secco leva la tovaglina e lascia integro il servizio da the. Ripete la stessa operazione con due ventose da bagno attaccate ai capezzoli e qui la palpebra calante si apre di scatto: si intuisce che il peggio deve ancora venire. Uekusa si denuda completamente e si stende sul pavimento.

Per tre volte mette la tazzina sugli attributi e per tre volte tira via il sottostante drappo rosso in modi diversi: con un centimetro, con la mano, con il tappo di una bottiglia. E la tazzina resta sempre lì adagiata sui gioiellini di famiglia: non si vede nulla se non una fetta di chiappa bianco latte. Ilary Blasi è piegata in due dal ridere, la vena centrale sulla fronte è diventata un cordolo, Nicola Savino è preoccupato che succeda l’irreparabile, le rappresentanti di Marocco e Arabia Saudita sono sconcertate, i social sono increduli e la frase più gettonata è “cosa c***o sto guardando????” unita a “l’abilità di Mediaset di trasformare tutto in trash è scandalosa, ormai non lo fanno nemmeno più di proposito”. Finita la performance, il giapponese regala altre gioie: non riesce a  chiudersi l’accappatoio gentilmente offerto dalla produzione. La Blasi lo copre con una paletta gigante ma non si trattiene: “Oddio, se tanto mi dà tanto è inutile…”. Dove c’è cattivo gusto, c’è Mediaset.   

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Gracia De Torres e Daniele Sandri: il nostro matrimonio gipsy bohemian [VIDEO]

Il Tricolore atterra sui Fori Imperiali: ecco il lancio mozzafiato del paracadutista della Folgore
Sul palco in bermuda, il balletto di Maradona per Maduro
Choc a Roma: si lancia dal tetto, i poliziotti lo afferrano per le caviglie