cerca

BALLOTTAGGIO CON I ROS

Il pubblico di X Factor boccia Sem & Stenn

Il duo di Manuel Agnelli eliminato dal talent show

Il pubblico di X Factor boccia Sem & Stenn

Sem & Stenn sul palco di X Factor

Il recinto dell’arena di X Factor si stringe sempre di più e da ora in poi ogni passo falso si pagherà caro. Dopo una seconda puntata scoppiettante, dove non sono mancate polemiche sui social e punzecchiamenti tra i giudici, la terza non ha voluto essere da meno. A lasciare la trasmissione sono Sem & Stenn, i primi artisti di Manuel Agnelli a lasciare la gara, mentre Mara Maionchi, più agguerrita che mai, rimane l’unico giudice a non aver perso nessun cantante della sua squadra. Era facile prevederlo, ma fino al 14 dicembre tutto rimane in gioco.

Il terzo live di quest’edizione è anche la prima puntata a tema: la musica del terzo millennio. Tutti i concorrenti si cimentano quindi con brani usciti negli ultimi diciassette anni. Una sfida apparentemente semplice che si rivelerà un’insidia. La prima a scendere nel campo di battaglia è Camille Cabaltera, a cui Levante, chiamata a riscattarsi dopo le poco riuscite assegnazioni di giovedì scorso, assegna "Royal" di Lorde. La giovane concorrente ci mette tanto carattere dimostrando anche grande versatilità, destreggiandosi fra acuti e strofe rap. Poche le critiche dei giudici, ma per Levante Camille è intoccabile e non accetta consigli da nessuno. Qualche consiglio l’avrà dovuto dare Manuel Agnelli ai Ros, una settimana fa a un passo dall’eliminazione. Il trio rock canta "Supermassive Black Hole" dei Muse, un pezzo nelle loro corde che convince i giudici, ma non il pubblico; il popolo di Twitter per loro già prevede il ballottaggio, vedendoci lungo.

Il terzo concorrente a salire sul palco è Lorenzo Licitra. Mara Maionchi rischia e gli assegna "Sere Nere", il classicone di Tiziano Ferro. Fedez ci va giù pesante criticando l’assegnazione e la Maionchi risponde, ovviamente a tono, ma Lorenzo reinterpreta bene il pezzo, spalleggiato da un’imponente scenografia, e si salva dalle facili critiche. A seguire sale sul palco il pezzo da novanta proprio della squadra di Fedez, Samuel Storm. Anche il rapper milanese rischia tutto assegnandogli un brano di Frank Ocean. Non emerge la potenza vocale di Samuel, che si aggira disorientato fra i ballerini e la scenografia in stile hip hop. Il giovane d’origine nigeriana canta controvoglia e le occhiatacce di Fedez non lasciano presagire nulla buono per il dopo puntata. Prima grande delusione per uno dei papabili vincitori, che si salva per un pelo. Continuano invece a non deludere i Maneskin, che finalmente fanno intravedere la loro anima rock con "Somebody Told Me" dei The Killers. Damiano, il frontman del gruppo, è un animale da palcoscenico e il pubblico, fisico e virtuale, impazzisce per la band.

Ad anticipare il verdetto del televoto, che spedirà al ballottaggio ancora una volta i Ros, arriva il primo ospite della serata, Michele Bravi. Per lui è un ritorno a casa. Sul palco che ha lanciato la sua carriera canta il suo pezzo sanremese, "Il Diario Degli Errori", e il suo nuovo singolo, "Tanto Per Cominciare". Impeccabile la sua esibizione, meno l’insolito completo con enorme colletto bianco.

Apre la seconda manche Rita Bellanza, chiamata anche lei a riscattarsi dopo la delusione di giovedì scorso. Levante gli assegna "Lost On You" della cantante statunitense LP e durante la settimana la mette sotto, ma non basta. Fedez fa da megafono a tutti: una delle favorite di quest’edizione è diventata innocua. Rita è in difficoltà. Ma a risollevare gli animi ci pensa Enrico Biagiotti. Mara Maionchi gli fa cantare uno dei migliori brani della discografia di Daniele Silvestri, "Il Mio Nemico", che il cantante livornese trasforma in una delle migliori esibizioni della serata. Fedez e Manuel Agnelli però lo criticano, ma stavolta, oltre alle finissime risposte della Maionchi, si beccano i fischi del pubblico. Gli ottavi a salire sul palco sono Sem & Stenn, sempre sul bilico fra il disastro e la performance originale. A loro Manuel Agnelli assegna un pezzo degli MGMT, che il duo trasforma in un tripudio elettrico condito con un bel po’ di erotismo molto spinto. Questa volta il risultato è più vicino al disastro e anche qui sui social ci vedono lungo: è giunto il tempo che tornino a casa.

Su un territorio opposto si muove invece Gabriele Esposito, che canta "Growing Up" di Macklemore & Ryan Lewis. Un pezzo toccante che parla di padri e figli, fortemente voluto da Fedez; un tributo al suo futuro figlio e ovviamente a Chiara Ferragni, anche oggi fra il pubblico. Gabriele lo interpreta in modo personale, rischiando poco. Minimo sforzo per il massimo risultato: il passaggio alla prossima puntata. Chiude questa seconda manche Andrea Radice. Per lui Mara Maionchi assegna "I Need The Dollar" di Aloe Blacc, con cui ritrova la strada che settimana scorsa aveva perso. Agnelli lo vorrebbe vedere cimentarsi con qualcosa di italiano, ma di occasioni per farlo Andrea ne avrà di tantissime.

Al momento clou della serata tutto però si ferma per il secondo ospite, il più atteso, Harry Styles, l’ex One Direction che dopo aver sconvolto il mondo della musica insieme agli altri quattro compagni di band ora scala le classifiche come solista. La sua hit "Sign of the Times" scalda l’arena di X Factor e i cuori delle sue fan. Ma si torna subito al gioco. Alessandro Cattelan legge il verdetto del pubblico: al ballottaggio vanno Sem & Stenn. Sarà uno scontro in famiglia per Manuel Agnelli.

Per primi si giocano il tutto per tutto i Ros, per la seconda volta consecutiva allo scontro finale. Anche stavolta puntano su un classico della musica italiana: "Nessuno mi può giudicare" di Caterina Caselli. Il risultato convince. Sem & Stenn portano invece "This Is Not A Love Song" dei Public Image Limited, nulla di più lontano da Caterina Caselli. La loro esibizione divide ancora una volta il pubblico, c’è chi li odia e chi li ama. Manuel Agnelli, molto critico riguardo le scelte del televoto, non se la sente di mandare a casa uno dei suoi e complotta con gli altri giudici per mandare il voto al Tilt. Le facce dei Sem & Stenn la dicono lunga, sanno già che il pubblico li eliminerà. Con la loro eliminazione Agnelli perde la prima battaglia. Ma la guerra è ancora lunga e fra poco arriveranno gli inediti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello