cerca

LA PREMIAZIONE

David di Donatello, Benigni show al Quirinale: "Sono il portavoce del Partito del cinema"

David di Donatello, Benigni show al Quirinale: "Sono il portavoce del Partito del cinema"

Roberto Benigni

In attesa di conoscere tutti i vincitori dei David di Donatello 2017, stamattina i candidati del prestigioso riconoscimento italiano sono stati accolti, come da tradizione, al Quirinale dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Un premio speciale è stato attribuito a Roberto Benigni che dal salone affrescato delle cerimonie ha rallegrato gli ospiti con un intervento brioso: "Sono il portavoce del Pc, il Partito del cinema - ha esordito l'attore e regista toscano - Sono qui a manifestare la mia gioia. Oggi è un incontro con la bellezza, la cultura e l'arte. Il cinema italiano ha fatto grande l'Italia nel mondo. Non può morire mai. La perdita di interesse per quest'arte è una perdita di felicità. Indebolisce la nostra anima, le nostre emozioni".

Il Capo dello Stato rivolgendosi a registi, produttori, attori e tecnici in nomination, ha detto: "Il vostro lavoro e la vostra creatività costituiscono la punta di un settore prezioso per la società e la cultura del nostro Paese". E un ricordo di Mattarella è andato a Gian Luigi Rondi, decano dei critici cinematografici e già presidente dell'Accademia del Cinema Italiano per "quanto ha fatto nella sua vita di critico, appassionato sostenitore del cinema e organizzatore instancabile". Il presidente ad interim dell'Accademia, Giuliano Montaldo, ne ha ricordato "il rigore, il tenace impegno e la grande e sincera passione".

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni