cerca

SANREMO

Fiorello difende Conti: "Chi lo attacca per il compenso è solo un rosicone"

Sanremo Fiorello difende Conti: "Chi lo attacca per il compenso è solo un rosicone"

Chi attacca Carlo Conti per il maxi compenso che il conduttore incasserà per condurre il festival di Sanremo, è solo un rosicone. Parola di Fiorello. Nei giorni scorsi Conti era stato insultato pesantemente sul web per quei 650 mila euro di compenso. Così l'inventore di Edicola Fiore è sceso in campo per difenderlo. Definendo "rosiconi del web", tutti quelli che credono Conti guadagni troppo. "Conti vince il festival dell’insulto perché lui guadagna dei soldi. È riuscito nel suo intento, quando da ragazzino, lui non ha il papà tra l’altro, lui da solo ha cominciato a lavorare nei teatri, nei localini ha detto Fiorello durante la diretta della sua Edicola - Poi piano piano i primi successi, fino all’arrivo alla Rai, a Solletico, fino a che a 54 anni suonati approda a Sanremo e finalmente riesce a guadagnare dei soldi e… viene insultato perché ce l’ha fatta. Questo è il nostro Paese. Ce l’ha fatta e deve essere punito. Non stimiamo le persone che ce l’hanno fatta, mandiamoli a fanculo, facciamoli sentire in colpa. Ciao amici rosiconi che fate i conti in tasca alle persone”. Fiorello, parlando poi di Maria De Filippi,  che affiancherà Conti sul palco di Sanremo, ha aggiunto: "Secondo voi perché non si è fatta pagare? Per evitare questo, questa rottura di coglioni. Ma non è giusto lavorare gratis”. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Jennifer Lopez bella e sensuale ai Billboard Latin Music Awards

Incidente in fabbrica, migliaia di litri di succo di frutta nelle strade
Agguato nella bisca del domino, lo colpiscono con un'ascia ma rimane illeso. Poi la rissa
Belen, show nuda nella vasca. E il web impazzisce