cerca

Quarant'anni di successi, buon compleanno U2

La rock band irlandese entra nel pieno della maturità mantenendo ancora la grinta dei primi anni e continuando a sperimentare nuove sonorità. LAS VEGAS Uniti contro Trump all'iHeartRadio Music Festival

Quarant'anni di successi, buon compleanno U2

U2

Gli U2 compiono 40 anni, la rock band di Bono Vox sembra non risentire dell'età, ma anzi, proprio come i vini migliori, più passa tempo e più sono buoni. L'avventura del mitico quartetto ha inizio quasi per gioco nell'ormai lontano 20 settembre del 1976 nella high school Mount Temple di Dublino, quando un giovanissimo Larry Mullen (il batterista) affigge sulla bacheca della scuola un invito rivolto ad aspiranti musicisti per formare una band. Alla chiamata risponderanno Adam Clayton, i fratelli David e Dick Evans e l'irrequieto Paul David Hewson (Bono Vox). Nascono così i futuri U2, tra i corridoi della scuola e la cucina della casa di Mullen ad Artane, dove i cinque ragazzi gettano le basi di quella che diventerà la rock band che segnerà per sempre il panorama musicale mondiale dei successivi 40 anni. Si chiameranno Feedback, The Hype e finalmente U2 - dal nome dell’aereo spia americano che nel 1960 venne abbattuto su suolo sovietico - e le loro prime esibizioni saranno proprio davanti ai compagni di scuola, con cover dei Rolling Stones e di David Bowie, ma solo due anni dopo riusciranno a registrare il loro primo demo grazie all’incontro con Paul McGuinness, convincendo i responsabili della CBS a pubblicare il primo singolo “U2 Three” in mille copie. Nella loro carriera gli U2 hanno venduto più di 170 milioni di dischi e ricevuto il maggior numero di Grammy Award per un gruppo, con 22 premi.  Inoltre sono tra i pochi gruppi internazionali a potersi vantare di aver sempre mantenuto la propria formazione originale.

 

 

Il successo Negli ultimi anni ’70 la band si è fatta conoscere in Irlanda e in Gran Bretagna, mentre escono i nuovi singoli “Another Day” e “O’clock tick tock”, e poi, sotto la guida del produttore Steve Lillywhite i neonati U2 incideranno il loro primo vero album “Boy” e sbarcheranno negli Usa con una tournée fondamentale per il decollo della band. Gli album “War” e “The unforgettable Fire” decretano il loro ingresso nell’olimpo della musica. La consacrazione della band avviene a suon di tour e di memorabili esibizioni live, come quella al Live Aid del 1985 al Wembley Stadium, con Bono Vox-Paul Hewson che intona per ben 15 minuti una versione struggente di “Bad”, rompe le righe gettandosi tra il pubblico e trova anche il tempo di salvare una fan che rischia di esser schiacciata dalla ressa. Come ogni band che si rispetti, anche gli U2 arriveranno vicini al punto di rottura all’inizio del 1991, tra incomprensioni reciproche e divergenze sulla linea discografica da intraprendere: a salvarli sarà l’atmosfera di una Berlino appena riunificata, scelta come sede per registrare l’album capolavoro “Achtung baby”. Capaci di rinnovarsi e mediare tra i nuovi sound britannici di fine anni ’90 e il buon vecchio rock, gli U2 attraversano il passaggio al nuovo millennio con punte di sperimentazione ardite come l’album dance “Pop", con grandi riconoscimenti come la Rock & Roll Hall of Fame, due colonne sonore per Wim Wenders e il primato di un’esibizione al Madison Square Garden a un mese dall’attentato alle Torri Gemelle nel 2001. Sempre un passo avanti agli altri nel rinnovamento creativo come nella messa in scena avveniristica e iper-tecnologica dei loro concerti, Bono Vox e compagni sono stati anche i primi a rendere disponibile gratuitamente sui i-Tunes l’album “Songs of Innocence” toccando il record di distribuzione di un album con 36 milioni di download. E oggi, in occasione del quarantennale della band, si preparano a nuovi record con il Tour mondiale che partirà a marzo 2017 e promette solo emozioni e grandi numeri.

 

 

CURIOSITA':

 

Bono, da testa calda a frontman indiscusso Paul David Hewson è il leader degli U2, ma quando iniziarono a suonare era un ragazzo irrequieto. A 14 anni anni la morte della madre lo sconvolse e lo cambiò per sempre. L’unico lavoro che era riuscito a svolgere prima della parentesi musicale era il benzinaio. Alle superiori venne espulso dalla scuola per aver gettato escrementi di cane contro la professoressa di spagnolo. Però era già apprezzato per la sua voce, al punto che gli amici lo soprannominarono Bono Vox (bella voce, in latino). L’idea era nata dall’insegna di un negozio di apparecchi acustici, il “Bonavox” a Dublino. In onore della defunta mamma scriverà diverse canzoni, tra cui “I will follow”: il primo vero grande successo degli U2 che parla proprio dell’amore incondizionato di una madre verso i propri figli.

 

 

Bloody Sunday Fin dagli inizi della loro carriera, gli U2 si sono occupati della questione irlandese e del rispetto per i diritti civili, improntando su questi temi anche buona parte della loro attività artistica. La domenica di sangue a cui fa riferimento la canzone "Sunday Bloody Sunday" è quella del 30 gennaio 1972, quando a Derry, Irlanda del Nord, l’esercito britannico sparò contro una folla di manifestanti per i diritti civili. Morirono 14 persone. All’epoca dei fatti Bono aveva soltanto 11 anni, e vide quella strage di innocenti alla televisione. Dieci anni dopo, il ricordo ancora vivo e bruciante lo spinse a scrivere “Sunday Bloody Sunday”.

 

 

Gli U2 a Roma Il 2 aprile iniziò da Tempe, Arizona, il “The Joshua Tree Tour”: 112 concerti, divisi tra Europa e Stati Uniti. La prima tappa europea fu proprio Roma, il 27 maggio 1987. Quella notte nel quartiere Flaminio, dove c’è lo stadio che ospitò l’evento, non dormì nessuno. Gli amplificatori, settati su di un volume altissimo, crearono il panico tra gli abitanti del quartiere e molti, vedendo vibrare lampadari, soprammobili, finestre, pensarono si trattasse di un vero e proprio terremoto.

 

 

Il film Nel 1988 la band, insieme al regista Phil Joanou, raccolse il meglio dei concerti dell’anno precedente. Ne venne fuori “Rattle and Hum” un film-icona impedibile per tutti i fan degli U2. E con lo stesso titolo uscì anche un disco di 17 canzoni  contenente versioni live, cover e alcuni brani inediti.

 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello