cerca

Le memorie di un ballerino


Per le celebrazioni in atto per il centenario del creatore di "Chaconne" della "Pavana del Moro", di "Psalm", di "Missa brevis", di "A Choreographic Offering", è stata pubblicata in Italia l'edizione della sua autobiografia della Wesleyan University Press, nella traduzione italiana bellissima e di gran pregio letterario di Rossella Battisti: "José Limón, memorie interrotte". Ecco l'infanzia di Limón, fanciullo sensibile, vulnerabile, destinato alla pittura, ma che a vent'anni, a New York, assiste ad uno spettacolo di danza che gli cambia la vita, dandogli l'inebriante percezione della rivoluzione della danza in atto in America. Si forma con i "genitori adottivi" Doris Humphrey e Charles Viedman, ballerini che lo spingono a lottare col proprio tozzo corpo e ad emergere.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni