cerca

Calabria, bellezza e devastazione

Una piccola prefazione per un grande libro. Quello ricco di spunti e di riflessioni di Mauro Francesco Minervino. Un lavoro acuto e originale che si presenta indovinato già dal titolo, «La Calabria brucia» (Ediesse, pag. 190) strappato a un'idea cronachistica di roghi per arrivare a un concetto di potenza della regione. Un'operazione di vasto respiro filosofico che poteva riuscire solo a un antropologo di chiara fama come Minervino, prestato alla letteratura. Dalla commistione di dati reali scaturisce un afflato tradotto in immagini di una Calabria che si situa tra passato e presente, notazioni storiche, echi letterari, diari di viaggio e fatti di attualità commentati in presa diretta. In una sorta di flusso lavico che ricompone lo spirito di un luogo, la sua presunta e perduta identità.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni