cerca

Non mischiate troppo arte e fiera

Meno normale è che al pubblico si offra - con messaggi di vario genere - l'illusione che a far due passi tra questi stand dove si compra a caro prezzo (altro che crisi) si faccia esperienza di che cosa è l'arte contemporanea. Una fiera è una fiera. Le mostre sono (o dovrebbero essere) un'altra cosa, pur se spesso sono operazioni di mercato. L'avvicinamento tra i due fenomeni è un brutto segno.


***

Giovanni Maria Flick, noto giurista, ha recentemente affermato che molte delle impasse normative in cui ci si trova (ad esempio testamento biologico, eutanasia etc) dipendono dal fatto che la legge intende l'individuo come un essere a se stante, senza relazioni. E a questo essere "astratto" fa risalire diritti e doveri. Forse una visione meno astratta, più "personale" del diritto aiuterebbe. Tale capitale annotazione è caduta pressoché nel vuoto di un mondo culturale occupato a gridare, a schierarsi superficialmente, a non ragionare.
 

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni