cerca

«Ho telefonato a tutti per vincere la nostalgia». Serena ...


Serena Garitta, l'ha vista tutta la prima puntata del Grande Fratello?
«Certo. Le vedo tutte. Sempre. Ho una vera e propria dipendenza da Grande Fratello».
Le è piaciuta la serata?
«Molto ma, come le dicevo, io ormai non faccio più testo».
E gli altri della casa li frequenta ancora?
«Eccome. Li ho chiamati proprio l'altra sera mentre andava in onda la prima puntata».
Con chi ha parlato?
«Con Tommy e Katia innanzitutto».
E cosa le hanno detto?
«Rosichiamo, come si dice a Roma, perché vorremmo essere lì. Al posto loro. Ancora una volta in tv».
Lo rifarebbe il Grande Fratello?
«Beh. Non saprei. Bisogna essere un po' incoscienti per partecipare al Grande Fratello. Si rischia da morire. In prima persona».
Secondo lei chi è il favorito di quest'anno?
«Senza dubbio Alberto. Stava per essere eliminato ma alla fine ce l'ha fatta. Comunque se non avesse trovato un posto nella casa del Grande Fratello gli avrei trovato un posto a casa mia. È un bello che balla».
Qual è il segreto del successo del Grande Fratello?
«È la commedia dell'arte contemporanea. Il pubblico si rispecchia nei personaggi che vede in tv e vive una sorta di metafora di rivalsa sociale».
La cosa più positiva della nuova edizione?
«I maschi».
E la più negativa?
«Il fatto che non ci sia io».
Car. Ant.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni