cerca

Katzenberg: «Il cinema del futuro in 3d»


«Ora è possibile sincronizzare le due macchine da presa per la visione stereoscopica delle immagini e presto avremo anche gli occhiali personalizzati per andare al cinema».
Nel giro di qualche anno, recessione globale permettendo, il miraggio del 3D non sarà più tale: «Ora negli States circa 1400 sale possono proiettare in 3D, a livello internazionale contiamo che già dalla prossima primavera si possa arrivare almeno a 500 e in Italia a 60, puntando per gli USA all'80% della copertura totale nell'estate del 2010, in concomitanza con l'uscita di "Shrek 4". Per quello che riguarda i costi, invece, dal punto di vista produttivo il budget aumenta di circa 50mila dollari per singolo film e ogni biglietto per l'ingresso in sala costerà grosso modo quanto oggi per le sale con tecnologia IMAX, circa 5 dollari in più».
Din. Dis.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni