cerca

«Gelmetti? È proprio un bel Maestro»

Strauss è una mia passione.
Greca italiana. Più greca o più italiana?
Nata ad Atene, ho vissuto tanto in Italia. Mi considero greca e italiana. Ad Atene sono stata fino a 19 anni. Poi l'Italia, con borsa di studio al conservatorio di S. Cecilia.
La passione per la musica quando è arrivata?
L'ho avuta da sempre. E anche per la danza. La passione per la lirica poi è arrivata frequentando proprio la lirica.
A scuola già recitava?
Sì. E ho studiato danza fino a 14 anni.
Figlia d'arte?
No, i miei genitori erano pittori e restauratori. Hanno vissuto in Italia tra gli anni '60 e i '70. Roma è nel mio cuore anche se ho frequentato con piacere Milano.
Chi l'ha spinta di più?
Mia mamma. Mi ha fatto studiare lirica, era appassionata di lirica.
Il suo debutto?
Nel 1992 ad Atene nel ruolo di Elettra al Megaron Musiki. Un successo.
E poi non si è fermata più?
Sì, Carmen al Maggio Fiorentiono, poi Cenerentola, Il Barbiere di Siviglia.
Mamma contenta?
Contentissima. Ho due figli, Angelo, 9 anni, papà italiano e Miki, 4 anni, padre greco.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni