cerca

Gaetano Mineo Ore 5 e 21, lunedì 28 dicembre 1908, un ...

Storia di una città tornata alla vita ma rimasta incompiuta» (Kalòs), della giornalista Eleonora Iannelli che rievoca il tragico evento, facendo parlare direttamente alcuni testimoni oggi ancora vivi. Nelle pagine, corredate da fotografie d'epoca, storie drammatiche, ma anche curiose, romantiche, appassionanti. Salvataggi miracolosi, rocamboleschi, donne con le doglie mentre la terra tremava, giovani che trovarono l'amore fra le rovine della città, o presero i voti. La prefazione è curata da Bianca Stancanelli, inviato speciale di «Panorama» e scrittrice di origini messinesi. Ogni singola storia offre lo spunto per accennare a un tema generale: i ritardi dei soccorsi, l'aiuto dei russi, la carità internazionale, lo sciacallaggio, lo stato d'assedio, l'intervento dei sovrani, lo scempio dei monumenti rimasti in piedi e poi buttati giù a colpi di piccone e dinamite. «Un campionario di varia umanità - spiega l'autrice - Vittime ed eroi che ebbero il coraggio di difendere la città con le unghie, di scongiurare quella colata di cemento, che avrebbe cancellato per sempre Messina dalla carta geografica. Una grande forza d'animo, uno sforzo sublime che fece trionfare la vita sulle macerie e sulla morte». Insomma, la Iannelli ha provato a raccontare queste storie «col cuore di una messinese e l'occhio curioso di una giornalista».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni