cerca

Bonolis: sono posseduto dall'anima di Albertone

La pellicola, tra le più famose di Albertone, ha suscitato risate e commozione al Festival e sarà trasmesso dai canali satellitari Sky. Padrino dell'evento Paolo Bonolis che si sente legato a Sordi «perché sono di Roma e noi romani sappiamo apprezzare più degli altri l'attore, imbevuto di quel puro cinismo, che ha declinato tutti gli aspetti del romano-italiano».
Nelle sue trasmissioni lei spesso fa battute alla Sordi. Ma è calcolato o le viene spontaneo?
«Non è un calcolo, mi viene spontaneo. Io sono cresciuto con Sordi che fa parte della mia esperienza umana. Parlo di lui con non maggiore conoscenza e non maggiore affetto di tanti altri suoi fan. Io l'ho incontrato tre volte nella vita. Di lui ricordo battute terribili: una volta in una trasmissione, "Chi ha incastrato Peter Pan", una bambina gli chiese: "Perché non si è sposato" e lui: "Ma che te frega?" Un'altra volta Bongiorno lo rimproverò che, al contrario suo, non faceva sport e jogging. Lui rispose: "La vecchiaia è una brutta cosa... C'è a chi prende alle gambe, come me e a chi prende alla testa, come te"».
Ma lei cos'è, una reincarnazione di Sordi?
«Ma no, direi più che altro che ogni tanto ne sono posseduto, come Linda Blair nell'Esorcista».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni