cerca

Sulle tracce del Messia in difesa della fede

OCD) di Mario Leocata, scrittore versatile, laureato in Giurisprudenza e docente di Antropologia cristiana, si apre con una domanda fondamentale: «Perchè Gesù è nato quando è nato? Perchè non prima? Perchè non dopo?».
Un libro di teologia ma anche di storia, il cui filo conduttore è: che cosa è successo nel mondo prima della venuta di Cristo, anzi che cosa ha preparato la sua venuta? Sgombriamo il campo dagli equivoci: Leocata non ha scritto un testo accademico. La sua è soprattutto una vibrata testimonianza apologetica. L'autore è un uomo di fede e mira a difendere la propria fede in un contesto culturale difficile e ostile. Il messaggio è esplicito: il Cristianesimo è un fatto di libertà.
Partendo dai profeti messianici proseguendo attraverso le civiltà di Atene, dell'ellenismo, di Giuda, di Roma, di tutto il bacino del Mediterraneo Leocata ricostruisce il tessuto geo-storico-culturale per tentare una risposta al quesito iniziale. Alla ricerca del disegno preparatorio del più grande avvenimento della storia dell'umanità: la nascita del Messia.
Leocata ci dice «che Alessandro e Cesare lavorarono per Lui» perchè grazie a loro due grandi civiltà divennero un modello uniforme favorendo la diffusione del messaggio evangelico in tutto il mondo. Affronta, poi, con lo stesso rigore anche l'inconoscibile. Nel suo libro si parla di misteri, del Terzo Segreto di Fatima, della Sacra Sindone, il concetto di anima, la Resurrezione un fenomeno straordinario e irripetibile.
N. P.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni