cerca

Il gioco eterno della vita quotidiana

Eppure la poesia è viva, mobile e compagna della vita di tutti i giorni: una lezione che anima i versi malinconici e stupiti di Erminio Maurizi. Nel suo «Quando puoi sorridi» (Luigi Pellegrini Editore, 85 pagine, 12 euro) la poesia diventa un gioco semplice e leggero, un modo per raccontare e raccontarsi nell'avanzare quotidiano della vita. Versi acuti e surreali, che parlano di città, di oggetti, di realtà quotidiane che diventano simbolo dell'esistenza. Con l'uomo, con la sua fatica ed il suo entusiasmo, sempre al centro dell'attenzione. Il volumetto è arricchito dalla preziosa introduzione di Alberto Bevilacqua che inquadra subito l'autore tra le persone che hanno capito che la vita «non ha una logica esatta, simmetrica; la sua simmetria diventa capricciosa, ci sfida, si smentisce per tenerci in una condizione di affabile allarme». Un gioco curioso, quello della vita, che solo la poesia riesce a raccontare.
A. A.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello