cerca

Il difficile mestiere di mamma con tata e attico a Manhattan


Il difficile mestiere di mamma raffinata ed impeccabile nell'esclusivo quartiere newyorkese è raccontato nel romanzo "Quando la mamma è stronza" (Sonzogno pag. 322) in modo disincanto, ironico ed onesto da Jill Kargman, che ha vissuto sulla propria pelle l'esperienza «monzillas» essendo cresciuta a Manhattan, nell'Upper East Side dove abita col marito e due figlie.
Tra le mamme stronze ci sono: l' a-mam-ressica: madre che perde il peso accumulato in gravidanza nel giro di due settimane dal parto; la sequestratrice di tate: madre che non è in grado di selezionare/assumere una tata, e che quindi piomba in un campo giochi cercando di rapire quella di qualcun altro; le in & in, incinte e inorgoglite: mamme in divenire che indossano magliette che lasciano scoperto il pancione e che blaterano su quanto si sentano vive. Il messaggio della Kargman è chiaro: il lusso, la ricchezza, prima o poi stancano, quello che ti resta dentro e ti arricchisce è il sorriso di tua figlia, è il refrain di una canzone, è lo sguardo del tuo compagno. Anche a NY, nell'Upper East Side.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello