cerca

Shyamalan, ecco il mio thriller fanta-ecologico

Così il regista di "Sesto sento" ha sintetizzato ieri a Roma la trama della sua ultima pellicola, "E venne il giorno", dal 12 giugno in 400 copie distribuito da 20th Century Fox. «In questo momento negli Stati Uniti l'ansia per il futuro ha portato a scrivere storie spesso molto cupe e apocalittiche, basti pensare a "Cloverfield" o ad "I am legend". Quella americana è una società basata sulla paura, da quella di ingrassare a quella di ammalarsi o di morire ucciso da un vicino», ha spiegato il cineasta, arrivato in Italia con il protagonista Mark Wahlberg. In quello che Shyamalan definisce un «thriller ecologico», la storia prende il via dalla diffusione nell'aria di una misteriosa neurotossina, portata dagli alberi e dalle piante, che in 36 ore ha il nefasto effetto di provocare un'infinita serie di suicidi a catena, che decima la popolazione in un paio di stati del Nord Est degli Stati Uniti. Fra i pochi che riescono a sopravvivere, Elliot (Mark Wahlberg), professore di scienze, sua moglie Alma (Zooey Deschanel) e la piccola Jess (Ashlyn Sanchez), figlia del migliore amico di Elliot.
D. D'I.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni