cerca

«Basta sfruttare l'immagine di Alberto Sordi»

E a difesa anche della famiglia Sordi. L'idea di sfruttare il simpatico faccione di Alberto Sordi, spiega l'avvocato Assumma, magari quello ripreso dai celeberrimi fotogrammi di "Un Americano a Roma", con l'attore che divora un piatto di maccheroni, si è diffusa negli ultimi mesi in tutto il mondo per fare pubblicità a prodotti legati alla tradizione italiana, soprattutto generi alimentari, dagli spaghetti alla pizza, dai vini ai salami. Un uso «assolutamente non autorizzato dalla famiglia dell'attore - fa notare l'avvocato -. Alberto Sordi in vita non aveva mai voluto mettere la sua notorietà al servizio della pubblicità di qualsiasi prodotto». La legge vieta tassativamente l'uso a fini commerciali dell'immagine e del nome, a meno che non sia concesso dal diretto interessato o dai suoi parenti più stretti. Da qui l'idea di lanciare una campagna «preventiva e repressiva» anche per evitare che qualcuno possa pensare che la famiglia ci guadagni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni