cerca

Bonolis: torno in Rai per Sanremo e «Domenica in»

Al conduttore attualmente presente su Canale 5 con il programma "Il senso della vita" in onda la domenica sera, la tv pubblica affida, per adesso, due progetti di grande prestigio: la gestione della prossima edizione del festival di Sanremo e la guida di "Domenica in". Ma le due conduzioni avverranno in tempi separati. Secondo quando si apprende, infatti, Paolo Bonolis nella prima parte del 2009 dovrebbe essere il conduttore e responsabile soltanto della manifestazione canora sanremese. A settembre del 2009 riprenderebbe la gestione del contenitore domenicale di Raiuno che tornerà così alla forma originale con un solo padrone di casa e non più suddiviso in tre segmenti con conduttori differenti, secondo la attuale struttura. Alla preparazione della prossima edizione del festival di Sanremo Bonolis comincerà a lavorare dal prossimo autunno. Sempre secondo quanto si apprende, già dal primo settembre 2008 il conduttore sarà operativo a viale Mazzini. Questi sono i due programmi che lo terranno, per adesso, impegnato. Dopo, il futuro è tutto ancora da scrivere. Il contratto milionario di Paolo Bonolis con Mediaset, annunciato pomposamente il 17 maggio del 2005 ed in vigore dal primo settembre dello stesso anno, lo ha legato alla tv commerciale per tre anni e scadrà il 31 agosto prossimo. Non è dato per adesso conoscere le nuove modalità contrattuali che legheranno Bonolis alla Rai. Quel che è certo è che tempo fa il conduttore aveva deciso di non volersi più impegnare per il futuro in esclusiva con nessuna azienda televisiva. Ed aveva dichiarato: "Il mio contratto con Mediaset scadrà nel 2008. Che succederà dopo? Lavorerò a progetto, senza legarmi ad alcuna tv, pubblica o privata. Certo, così rinuncio alla garanzia economica, ma se ho un'idea mi riservo la possibilità di attuarla su più territori».
Dunque non è più l'aspetto economico ad interessare il conduttore, ma la valenza dei progetti professionali. Ma questa volta pare sia stato il desiderio di tornare sul palcoscenico del teatro Ariston ed a Domenica in, due prestigiosi progetti, ad influenzare la decisione di lavorare di nuovo a viale Mazzini. Bonolis era già stato nel 2005 il padrone di casa della edizione del festival di Sanremo di quell'anno, condotta con Antonella Clerici e baciata da un gran successo: furono infatti circa diciassette milioni di spettatori a seguirlo. Cifre che forse non potranno più ripetersi in futuro, data la sempre crescente frammentazione, in questi anni, delle offerte televisive: a Sky ed al digitale terrestre si è aggiunta la fruizione della tv via web. Bonolis dovrebbe trovare una formula nuova per il suo prossimo Sanremo in grado di coniugare musica e spettacolo. Binomio, tra l'altro riuscito perfettamente a Pippo Baudo nelle ultime due edizioni ma forse non assimilato dal pubblico. Il festival del 2005 fu al centro di molte polemiche perché il conduttore volle come ospite il pugile Mike Tyson. Polemiche ancor più intense ci furono quando, in una puntata di Domenica in, Paolo Bonolis fece una lunga intervista al serial killer Donato Bilancia.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista

Opinioni