cerca

Anche al Polo Sud la natura fa il suo corso

Nel primo caso si tratta di una dimensione due volte l'Isola d'Elba e nel secondo due volte l'isola d'Ischia.
Sempre per dare un'idea della grandezza del fenomeno è bene precisare che l'Antartide è grande una volta e mezzo l'Europa, per un'estensione di 14.000.000 kmq. Di questi ben 13.720.000 kmq sono ricoperti di ghiaccio e solo 280.000 kmq sono liberi da ghiacci, per lo più nella penisola Antartica, perché si spinge più a Nord.
Il blocco in questione si è staccato dal Wilkins Ice Shelf, una piccola piattaforma (shelf in inglese) di ghiaccio che si trova lungo il fronte occidentale della penisola Antartica. È piccola tra le tante che vi sono in questo continente rispetto alle mostruose di Ross e Ronne. Queste ultime due hanno una dimensione sovrumana. La prima è famosa perché fu interamente attraversata da Amundsen verso la conquista del polo.
Il fenomeno ha le stesse caratteristiche di quello per cui, da sempre, si staccano, dai ghiacciai groenlandesi, gli iceberg che galleggiano nell'Atlantico settentrionale. In Antartide hanno dimensioni enormi perché qui la consistenza del ghiaccio è impressionante. Non ci si deve meravigliare dell'evento, che è da considerare semplicemente naturale nella vitalità di queste plaghe. Nelle dovute dimensioni, ed in ambiente fisico diverso, come evento naturale, è simile al distacco di roccia che è avvenuto nell'ottobre del 2007 nelle Dolomiti.
Sono fenomeni che in Antartide sono da sempre avvenuti e fanno parte della cronaca solo da quando il mondo è continuamente osservato dai satelliti di rilevamento. Ricordo l'ultimo grande blocco che si è staccato nel 2005, seguito dalle cronache per alcuni giorni per poi essere dimenticato immediatamente.
L'evento odierno è stato subito collegato al problema del riscaldamento globale, con le grandi preoccupazioni ormai più che conosciute. In queste stesse pagine ho già criticato il facile allarmismo. Nel caso specifico, per dimostrare che non vi è alcun aumento di temperatura in Antartide, basta leggere il diagramma delle temperature medie annue di una stazione meteorologica antartica. È quella di Mawson, nella omonima stazione scientifica australiana. Si osserva che le temperature degli anni settanta e sessanta sono state maggiori di quelle degli anni duemila.
Infine è curioso che alcune notizie localizzano il Wilkins Ice Shelf nella parte Sud-occidentale dell'Antartide. È proprio ridicolo: tutto l'Antartide è a Sud.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni