cerca

Ferretti: dal '91 non lavoro più a un film italiano

TimBurton è un regista fantastico e Johnny Depp è meraviglioso».
A dirlo è Dante Ferretti dopo l'Oscar vinto con la moglie Francesca Lo Schiavo per le scenografie della Londra vittoriana di "Sweeney Todd" di Burton. Dedicando l'ambito riconoscimento ai figli Melissa ed Edoardo e ha tutti coloro che fanno il suo mestiere, ha poi svelato quando «mi dicevano che si poteva fare tutto il film al computer e mi parlavano di "Sin City": ma io ho disegnato comunque tutto. In Italia negli ultimi anni ho fatto gli allestimenti per la Mostra del Cinema di Venezia e per il Festival di Sanremo ma non lavoro più a un film dal 1991: non c'è stata l'occasione giusta. Ora dovremo far rinforzare la mensola del cammino, dovrà reggere quattro 4 Oscar», ha concluso Ferretti, giunto a Los Angeles da Boston, dove sta lavorando al nuovo film di Martin Scorsese, con il quale aveva vinto il suo primo Oscar per "L'Aviatore"».
Dario Marianelli ha invece dedicato l'Oscar «ai buoni amici che mi hanno sostenuto e soprattutto a mio padre e mia madre per avermi trasmesso il grandissimo amore per la musica che mi accompagna».
D. D'I.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello