cerca

La poesia dei precari

in «Cover Boy» di Carmine Amoroso

"Gucha" di Dusan Milic ha vinto nella sezione Competizione Nuova Europa, mentre "Cover Boy" di Carmine Amoroso ha conquistato il Premio Italia nel Cinema. Questo film mette a nudo i problemi dell'immigrazione e della precarietà del lavoro. In Italia ci sono più di 4 milioni di precari. E l'obiettivo era per il regista «portare alla luce il destino di questi "umiliati e offesi" della nostra società».
Infine, nel concorso cortometraggi i premi sono andati a "Gereh/Knot" di Javad Varani (Iran), "Baad, Dah Saleh/Win, Ten years old" di Marzieh Vafamehr (Iran), "Jamal" di Luisella Ratiglia (Italia) e a "Romano Criminale" di Giuseppe Mascara (Italia).

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Tartaruga imprigionata nella plastica nel mare delle Eolie

Sos coccodrillo, da un anno gira con uno pneumatico al collo
Sony lancia il cane robot intelligente: si chiama Aibo
Il camion dell'Atac blocca il tram.  I passeggeri lo spostano a spinta

Opinioni