cerca

Passione e lacrime per la «Deuxieme» di Alain Corneau

..L'ultima uccide".
Il film di Corneau, ispirato all'originale romanzo di Josè Giovanni, è lento, lungo, con un finale che si lascia attendere e diventa una vera carneficina. Agli attori il compito - riuscito - di animare la trama che ha il sapore della tragedia greca. A partire dalla bella Manouche (Bellucci), che vede tornare evaso dalla prigione l'uomo che ha sempre amato: Gu (Auteuil). Boss duro ma con delle regole d'onore, in un mondo che non ne ha più, Gu è uccide per rifarsi un po' di soldi e riaffermare il suo onore messo in discussione dall'inflessibile Ispettore Blot (il bravo Michel Blanc) che accusa Gu di essere un informatore.
D. D'I.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni