cerca

Due giovani nelle spire della città

Meconi, Italia, 2000.


UN FILM di quattro anni fa. Rimasto inedito fino ad oggi e andato incontro a tali difficoltà produttive che il suo autore, Francesco Apolloni, ha avuto il tempo di realizzarne un secondo, «La verità vi prego sull'amore», tratto da un suo testo teatrale. Quello si svolgeva tra un gruppo di amici in una stanza, sia pure con una certa dinamica narrativa. Questo, invece, si ambienta soprattutto fra le strade di Roma e, pur con gli stessi protagonisti, due ragazzi di Tor Bella Monaca, si divide in due parti, una il giorno di Ferragosto, l'altra una vigilia di Natale, all'insegna, entrambe, della solitudine. Una nonna anziana, nella prima, che aspetta invano una visita del nipote, una donna abbandonata da un compagno (o da un marito) nella seconda, con la sua bambina anche lei lasciata a sé stessa per tutta la serata. I due ragazzi legano, con la loro presenza, le due parti, uno, nella prima, andato per rubare nella casa della nonna, accettando di essere scambiato invece, con gratitudine, per il nipote; l'altro, nella seconda, confortando la donna abbandonata alla quale il suo amico riporterà sana e salva la bambina, finita in strada. Le difficoltà produttive si sentono (fra l'altro, dati i ritardi nella lavorazione, i due ragazzi, nella seconda parte, sono cresciuti) e la costruzione narrativa, particolarmente nella prima parte, soffre di inciampi, con una sensazione di inespresso. La regia, però, specie nelle pagine notturne di Roma, ha un certo piglio. Ravvivato da interpreti plausibili. Non solo i due ragazzi, Mauro Meconi e Francesco Venditti, ma, nella giornata di Ferragosto, la grande Pupella Maggio, qui alla sua ultima interpretazione.
G. L. R.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni