cerca

Vittorio Catani: «Per noi scrittori sarà sempre scenario fondamentale»

Bush prepara il discorso con cui, mercoledì, annuncerà i nuovi obiettivi della ricerca spaziale degli Stati Uniti: il ritorno dell'uomo sulla Luna, la costruzione lì di una base abitata permanente e, di lì, il balzo dell'uomo verso Marte. Nel suo discorso Bush proporrà di rimpiazzare l'attuale generazione di navette spaziali, che stanno ormai invecchiando e due delle quali sono già andate perdute, con una nuova generazione di vascelli spaziali. Il discorso di Bush avrà l'obiettivo di affidare alla Nasa una nuova missione, dopo la tragedia del Columbia quasi un anno fa, il 1 febbraio 2003, e avrà anche una valenza elettorale. Il presidente chiederà al Congresso di approvare e finanziarie lo sviluppo di un nuovo veicolo spaziale, chiamato «veicolo da esplorazione con equipaggio», capace di compiere diverse missioni e di raggiungere l'Iss, la Stazione spaziale internazionale orbitante permanente, e la Luna. Ma il progetto di Bush, noto solo a grandi linee, continua a suscitare critiche da parte degli scienziati e dubbi da parte dei politici per i suoi costi, a fronte di un deficit di bilancio che dovrebbe già sforare i 500 miliardi di dollari quest'anno.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste

La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi
Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette

Opinioni