cerca

Prisco, crepuscolo borghese

Il decesso è avvenuto nella notte, dopo un malore che lo aveva colto martedì, quando era stato colpito da un ictus. «Non ci aspettavamo un simile dolore - spiega la figlia, Annella - Era assolutamente lucido e viveva con serenità in condizioni discrete, circondato dagli affetti familiari». I funerali si terrano questa mattina alle 11 nella chiesa di San Luigi a Posillipo. Prisco, che per molti anni ha scritto sulle pagine culturali de «Il Tempo», era nato a Torre Annunziata nel 1920. Si laureò in giurisprudenza e avrebbe dovuito fare l'avvocato, come il nonno. Ma la vocazione era un'altra: diventò giornalista, critico cinematografico, poi narratore. Numerose le opere pubblicate a partire dalla fine degli anni '40. Ha vinto numerosi premi, fra i quali lo Strega nel 1966, il Fiuggi - Una vita per la cultura nel 1985 e il Selezione Campiello nel 1996. Le sue opere sono tradotte nei principali paesi europei ed extraeuropei.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Playboy, ecco la villa delle feste di Hefner con le conigliette
Diletta Leotta come non l'avete mai vista
Tutti in delirio per l'arrivo di Silvio Berlusconi alla convention di Fiuggi

Opinioni