cerca

Addio capelli rossi, tra cento anni diventeranno una rarità

Già perchè entro i prossimi cento anni, globalizzazione della popolazione e aumento delle migrazioni potrebbero rendere uomini e donne con i capelli rossi un'autentica rarità.
Il miscuglio di razze e popolazioni, secondo gli scienziati, farà sì che diventerà sempre più difficile incontrare rosse come Nicole Kidman, Sarah Ferguson o Lucrezia Lante della Rovere. Il campanello d'allarme suona anche per i biondi, ma secondo gli esperti, la loro situazione è meno preoccupante perchè nel mondo ce ne sono molti di più.
Ad esprimere la preoccupazione per una Terra senza teste dai riflessi dorati e chiome rosso fuoco è Desmond Tobin, specializzato nella ricerca sulle cellule dei capelli della Bradford University. «Parallelamente all'aumento di migrazioni e matrimoni misti, assisteremo alla loro scomparsa», ha detto Tobin ad una conferenza organizzata dal centro Oxford Hair Foundation.
Tobin ha poi sottolineato che solamente il 3% delle donne sono bionde naturali e fanno a meno di colpi di sole e tinture per raggiungere il loro colore dorato. Per le rosse la percentuale è comunque ancora più bassa: appena l'1 o il 2% è naturale, eccezion fatta per Scozia e Irlanda, dove le teste rosse rappresentano l'8% di quelle in circolazione. Ma sono percentuali destinate a diminuire drasticamente, come sono già calate peraltro negli ultimi 50 anni.
E se per alcuni scienziati si tratta solamente dell'ennesima evoluzione della specie umana, per altri la perdita di biondi e rossi sarebbe un passo indietro. Il motivo che ha determinato l'evoluzione nel dorato o nel ramato costituisce ancora un mistero, tanto più che quei colori sono comparsi in Europa solamente 20.000 anni fa.
Inoltre i geni che determinano il biondo e il rosso sono complessi. Uno dei principali geni per il colore dei capelli, per esempio, ha 40 varianti ma di queste solo sei provocano i capelli rossi. Un bambino, per averli, deve ereditare due di questi geni, uno da ogni genitore, e le possibilità sono piuttosto rare, salvo nelle comunità con degli antenati comuni, dove sono maggiori le possibilità che la gente abbia alcuni geni in comune.
Proprio per questo motivo i rossi nascono principalmente in Scozia e Irlanda, mentre le chiome bionde nei paesi scandinavi. Ma anche questi paesi oramai assistono all'arrivo di flussi migratori di popolazioni straniere, che riducono la possibilità che due genitori abbiano i geni necessari per avere bambini biondi o rossi.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Fra cascate e rocce lo spettacolo mai visto dei tuffi no-limits

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste
La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Opinioni