cerca

Luttazzi: «Io soft? No, censurato»

«Mi hanno tagliato durante la trasmissione sono sparite diverse mie battute sul Governo, sui ministri Gasparri e Tremonti. Poi, il giorno dopo, i giornali hanno scritto che il mio era stato un intervento poco pungente. La verità è che mi hanno censurato». A Campobasso - dove ha tenuto il suo spettacolo «Sesso con Luttazzi», all'indomani del ritorno in Tv nella trasmissione di Pippo Baudo «Cinquanta» su Raitre - il comico torna anche a criticare la tv. «L'auditel - afferma - andrebbe eliminato. Se i dati servono solo per stabilire i costi degli spazi pubblicitari non serve che la gente sappia, dovrebbero restare segreti. Sono ridicoli quei programmi che si vantano per l' Auditel. C'è differenza tra gli ascolti e il gradimento di una trasmissione». Poi parla di Maurizio Costanzo. «La sua - sostiene - è una occupazione della tv. Ho fatto un calcolo, è in onda per 1.200 ore l'anno. Occorrerebbe una legge per limitare la presenza sullo schermo di un singolo personaggio».

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni