cerca

di ANNALAURA FUMO TUTTI pazzi per i jeans.

Nicole Kidman, da sempre regina del glamour, indossa solo denim-pants firmati Diesel. Jennifer Aniston e Brad Pitt sono i nomi di spicco fra i tanti fan del marchio 7 For All Mankind. Nata nell'autunno del 2000, la griffe, ancora sconosciuta in Italia, si è distinta per l'ottima vestibilità, lavaggi particolari del denim e l'attenzione ai dettagli.
La jeans-mania, dunque, pesca nuovi adepti. Ognuno di loro è pronto a raccomandare una particolare linea di abbigliamento. Per la proverbiale comodità, prima di tutto, e poi per la consistente contropartita economica che alcuni marchi sono disposti a tirar fuori al fine di assoldare una star come testimonial.
Tutti ricordano agli inizi degli anni '80 la pudica Brooke Shields. In una famosa campagna pubblicitaria girata da Richard Avedon per la griffe Calvin Klein, la seducente attrice (allora giovanissima) dichiarava maliziosamente che nulla poteva esserci fra lei e i suoi Calvins. La pubblicità fece non poco scalpore. Oggi, forse, lo slogan passerebbe quasi inosservato. I tempi sono cambiati, anche se le fashion house non smettono di andare a caccia del pesce più grosso. Nella rete della griffe Juicy Couture sono già cadute tre grandi star: Jennifer Lopez, Gwyneth Paltrow e Cameron Diaz. Alle splendide ragazze, dal fisico invidiabile, spetterà il compito di indossare i nuovissimi jeans che, per l'estate 2004, potranno essere richiesti con una speciale personalizzazione. L'incisione del nome di battesimo, di quello del fidanzato o del proprio segno zodiacale.
Anche la famiglia Ciccone ha ben compreso il valore che può avere indossare questo tipo di indumento. Madonna, che nonostante i 40 anni conserva le phisique du role, insieme alla rapper Missy Elliott, ha stretto un accordo milionario con Gap (Dennis Hopper e Christina Ricci sono solo alcuni dei nomi che in passato hanno lavorato per l'azienda made in usa), un marchio d'abbigliamento sportivo e informale, che in America ha da qualche anno grande successo. Rocco, il secondo figlio della popolare cantante, è stato visto a passeggio con i genitori con indosso un paio di jeans Diesel Kid.
Niente vip e star per l'azienda Lee che ha scelto un approccio diverso con il mondo della comunicazione. Pare infatti che, quali testimonia,l siano state messe sotto contratto le cosiddette persone «invisibili»: il coordinatore della posta dei fan di Robbie Williams e l'animal sitter di Kylie Minogue. Sono coloro che alleviano il peso della vita quotidiana delle grandi star, li sostituiscono nelle questioni di business e di burocrazia. Questa volta, al posto loro indossano anche i jeans.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Fra cascate e rocce lo spettacolo mai visto dei tuffi no-limits

Il tavolo per rilanciare Roma inizia tra le proteste
La straordinaria danza dei delfini al largo di Capri
Incendi, morte e paura: la California devastata dai roghi

Opinioni