cerca

Un affare da 5 milioni di euro

In Italia il mercato dei beni falsi in genere (moda e oggetti firmati) fattura dai 3 ai 5 milioni di euro, determinando una perdita di posti di lavoro (40mila negli ultimi dieci anni) e una perdita di introiti fiscali pari all'8,24% del gettito Irpef e del 21,3% del gettito Iva.
Stando ai dati forniti dal comando dei carabinieri per la Tutela dei Beni Culturali, dal 1970 al 2003, i falsi sequestrati, nel settore delle opere d'arte, sono stati 223.050. Invece 197 sono le persone denunciate in stato di libertà e 27 le persone denunciate in stato di arresto.
E contro i falsi ha lanciato l'allarme l'assemblea generale del Comité Colbert, l'associazione francese che raggruppa 65 maison del lusso e grandi aziende francesi. Un vero colosso dell'«esclusivo», da Louis Vuitton a Chanel, da Dior a Hermes, comprendendo la compagnia aerea di trasporto Air France e tutti i più importanti marchi di champagne: 12 miliardi di euro di giro d'affari, di cui il 20% è realizzato in Francia e il restante 80% all'estero. I marchi di lusso in tutto il mondo sono circa 400 e subiscono dai falsi danni ingenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni