cerca

Variazioni di pietra, metallo e vetro

Si chiamano Marie Munier, Gaby Wagner e Roy Lerner. Daranno vita, tutti insieme appassionatamente per la prima volta, ad una mostra intitolata «Pierre Metal et Verre» (Pietra Metallo e Vetro), che inaugura alle 19 del 13 novembre all'Es.libris, il salotto al primo piano dello scenografico Es.hotel di via Turati, a due passi dalla stazione Termini. L'insolita esposizione, che unisce design, gioielli e pittura, si protrarrà per 4 giorni, fino al 17 novembre. La caratteristica che unisce i tre artisti di fama internazionale è quella di combinare tecnologie ultra moderne con materiali antichi, come detta il trend contemporaneo di fusione fra design e arte. Dopo studi di pittura, la libanese Marie Munier ha applicato il suo talento tecnico e pittorico al design di gioielli spesso combinando tecniche modernissime di taglio delle pietre preziose e semi-preziose con finiture diverse a seconda dei metalli e dei vetri utilizzati. I suoi gioielli sono divenuti ben presto oggetto di collezione in Europa, America e Medio Oriente.
Il profondo fascino esercitato dalla semplicità e nobiltà delle arti asiatiche, ha invece portato il parigino Gaby Wagner a creare forme di grande equilibrio fra disegno e materiali. Insieme ad un gruppo di artigiani di Murano, Gaby ha sviluppato una nuova tecnica di soffiatura del vetro dando alle sue creazioni una sembianza di fusione tra vetro, pietra e metallo (nella foto). I suoi sono oggetti di perfetta luminosità e trasparenza, secondo un processo che ricorda l'ossessiva ricerca di perfezione delle ceramiche Ming e Nakashima.
Il newyorkese Roy Lerner ha collaborato per anni nella ricerca con i chimici dei «Golden Laboratories» fino a giungere ai laboratori della Nasa dove ha sviluppato nuovi materiali pittorici ideali per il suo linguaggio. Colori, definiti «interference», in cui particelle metalliche sono in sospensione in un gel viscoso caricandosi durante il giorno con l'energia solare ed emettendo successivamente la loro luce durante la notte. I lavori di Roy Lerner sono presenti in oltre 100 collezioni pubbliche e private.
Gab. Sas.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Degrado capitale, la stazione Termini è un gabinetto a cielo aperto VIDEO

La cassanata definitiva: "Ci ho ripensato, continuo a giocare"
Dopo le liti in tv relax al mare: Adriana Volpe in versione sirenetta
Roma, in viaggio seduti sul paraurti Così strappano un passaggio al tram

Opinioni