cerca

Cittadelle del lusso: da Mantova a Valmontone

Ha aperto i battenti ieri a Bagnolo San Vito-Mantova con una grande festa anni Settanta affidata ad un'inedita coppia canora Gloria Gaynor e Luisa Corna, il primo dei quattro «Fashion District», gestiti da una holding italiana messa in piedi dalla famiglia torinese Sandretto e dal Gruppo Draco di Brescia. Gli altri tre apriranno a Valmontone-Roma il 4 dicembre e nel 2004 a Molfetta-Bari e a Santhià-Vc.
«Fashion District» nasce dalla volontà di fondere il momento dell'acquisto dei marchi di eccellenza del Made in Italy, a prezzi accessibili, al tempo libero grazie all'integrazione con grandi parchi tematici, multisale cinematografiche, auditorium e spazi espositivi. Il centro di Bagnolo San Vito, che riproduce un borgo rinascimentale, si sviluppa su un'area di 170mila metri quadrati: ospita 100 marchi prestigiosi in 54 punti vendita, destinati a divenatare 240 in 110 negozi nel prossimo anno. Vi lavorano 550 persone. «Il piano di sviluppo prevede di coinvolgere 20 milioni di visitatori l'anno e totalizzare un giro di affari di circa 500 milioni di euro entro il 2007», spiega l'amministratore delegato, Luca Bastagli Ferrari.
Gab. Sass.

Commenti

Condividi le tue opinioni su Il Tempo

Caratteri rimanenti: 1500

.tv

Il camion dell'Atac blocca il tram. I passeggeri lo spostano a spinta

Victoria's Secret 2017: gli angeli conquistano la Cina
Roma, un Suv impazzito sfonda il muretto e finisce in giardino
A Rio de Janeiro va in scena Miss Bum Bum Premio al sedere più bello

Opinioni